EVENTI E MANIFESTAZIONI NELLE 4 PROVINCE

Eventi, Sagre, Manifestazione, comunicati in oltrepò e nelle 4 provinceGli eventi, le sagre, le manifestazioni, gli itinerari proposti da vari comitati organizzatori nei territori dell'Appennino montano dell'Oltrepò Pavese e delle Quattro Province.

Itinerari in Oltrepo' e dintorni

In questa sezione è raccolto un elenco di itinerari dell'Oltrepò Pavese e delle Quattro Province (Pavia, Piacenza, Genova e Alessandria), tratti da vari depliants o articoli...

CULTURA E TRADIZIONI DELLE TERRE ALTE

La cultura in oltrepò e nelle 4 provinceIl territorio, la storia, i monumenti, il folklore, i sapori e i racconti di luoghi straordinari immersi in una natura ancora parzialmente selvaggia.

Ricettività in Oltrepò Pavese montano

I numerosi ristoranti, alberghi e agriturismi della Valle Stàffora (nell'Oltrepò Pavese montano) offrono un servizio di qualità sia a chi vuole vivere una giornata in mezzo...

Salame di Varzi Dop: tradizione millenaria

Salame di Varzi dop: tradizione millenariaLa storia, le tecniche di produzione, la stagionatura del Salame di Varzi, un prodotto unico nel suo genere che viene apprezzato dai più grandi gourmet al mondo.

Piccolo Mercatino delle Terre Alte

Mercatino delle Terre Alte d'Oltrepò e delle Quattro ProvinceIl mercatino studiato per mettere in contatto domanda e offerta di oggetti usati o prodotti presenti nel territorio dell'Oltrepò Pavese e dell'Appennino delle Quattro Province.

Download gratuito di pubblicazioni

Scarica gratuitamente brochures e approfondimenti sulla Valle Staffora e le valli limitrofe da questo link.

Pubblica contenuti su ValleStaffora.info

Ti piacerebbe pubblicare eventi e articoli su Varzi, la Valle staffora, l'Oltrepò Pavese e il territorio delle 4 Province? Leggi come fare!

 

La trebbiatura

Dopo la mietitura, i nostri contadini erano soliti lasciare stagionare il grano per un periodo di circa 40 giorni.

ImageIn questo periodo lo mettevano al riparo dalle intemperie nelle cascine oppure lo sistemavano in pile sulle aie, dopo aver indurito il suolo con escrementi bovini diluiti in acqua che, asciugando, divenivano una specie di bitume: potevano così raccogliere tutti i chicchi caduti dai covoni.

Il grano veniva trebbiato nei mesi estivi. Nei tempi più remoti la sgranatura era fatta battendo i covoni con le verghe.

Dopo la Prima Guerra Mondiale, quando la produzione granaria crebbe anche a seguito dell'uso dei concimi chimici, arrivarono anche da noi le prime trebbiatrici. Tre erano le macchine che formavano il complesso per la trebbiatura: la trebbiatrice, l'imballatrice ed una grossa caldaia (alimentata con legna) detta "fugon" che, con il calore, metteva in moto le altre due macchine alle quali era collegata con cinghie di cuoio.

L'arrivo delle macchine per la trebbiatura era un avvenimento per i bambini e per gli adulti. Infatti, questi mezzi erano trainati da lunghe file di buoi, condotti dai contadini, che andavano a prelevarle nei paesi vicini o in fondovalle.

Il tempo della trebbiatura era un periodo di duro lavoro ma anche, in qualche modo, di festa popolare per i nostri contadini perché, richiedendo molta mano d'opera, essi si davano reciproco aiuto, si fermavano a pranzo o a cena presso le famiglie che avevano trebbiato in giornata (era occasione in cui si mangiava la carne), bevevano buon vino ed alla sera cantavano.
Era un momento per stare insieme, di solidarietà, di comunione tra loro.

Anche le donne prestavano la loro opera per la trebbiatura nei lavori più leggeri, come il togliere la pula e il preparare il fil di ferro; agli uomini più robusti toccava invece portare nel granaio i sacchi di grano, del peso di mezzo quintale l'uno, detti  "bisachen".

I "bisachen" venivano segnati dalla persona incaricata (alla sorveglianza) alle bocche della trebbiatrice, con incisioni su un bastoncino di salice. Motivo di grande curiosità, per piccoli e adulti, era conoscere quanti quintali di grano avevano prodotto le famiglie più ricche (allora nei paesi si misurava così la ricchezza). Per saperlo, i ragazzi correvano a contare le incisioni sul bastoncino che l'incaricato custodiva gelosamente.

 

BIBLIOGRAFIA


Paesi e gente di quassù
© Centro Culturale "Nuova Presenza" - Varzi 1979
Da pag. 279 a pag. 291

 

FOTOTECA


Oltrepò, terra di tradizioni
Progetto di Terranostra, Associazione per l'Agriturismo e l'Ambiente

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

EVENTI E MANIFESTAZIONI NELLE 4 PROVINCE

Eventi delle 4 ProvinceL'elenco degli eventi, delle sagre e delle manifestazioni proposti da vari comitati organizzatori nei territori dell'Appennino montano dell'Oltrepò Pavese e delle Quattro Province.

Facebook stream

mod_simplecalendar

PUBBLICITA' ESERCENTI

Agriturismo La Fuga - Varzi
Ristorante Caffè Torino Varzi
Techsolma di Marenzi Carlo - VarziRistorante Albergo Posta Pietragavina

Pubblicità

PUBBLICITA' 2 HOME

Ultimi articoli pubblicati

Ritorna la Commedia Dialettale Varzese con due spettacoli in programma per Sabato 08 aprile 2017 alle ore 20.45 e Domenica 09 aprile 2017 alle ore 15.00, presso il Salone della Casa di Riposo...
article thumbnailPer il pomeriggio di domenica 30 aprile 2017 Calyx propone una piacevole escursione alla scoperta di Santa Maria della Versa, capitale spumantistica dell’Oltrepò Pavese. Partendo dalla Tenuta...
More in2017  2016  

Articoli in evidenza

article thumbnailVerrà presto distribuita nelle migliori cartolibrerie della zona la nuova Guida illustrativa dei Sentieri del SEITA contenente: 1 Guida illustrativa dei Sentieri di 120 pagine 164 sentieri...
article thumbnailRetorbido, 24 agosto 2015 - I cittadini preoccupati per le ripercussioni sulla salute del progettato impianto di recupero degli pneumatici fuori uso.Regione Lombardia sta decidendo in questi giorni...

Cerca

Perfect Facebook Like Box Sidebar